.
Annunci online

 
sportedintorni 
Tutto sul mondo dello sport: notizie, ultim'ora, informazioni utili
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

diario | tennis | ciclismo | canottaggio | calcio | rugby | atletica | varie |
 
Diario
73601visite.

13 aprile 2015

Il Presidente Pallotta può, se vuole, allontanare i “fottuti idioti”

“Idiots” ha tuonato il Presidente James Pallotta nel suo slang tutto americano, di “senso di disagio”, invece, ha parlato in una lingua molto più nazionale ma, forse, meno immediata il Presidente del Coni Giovanni Malagò. Sono questi alcuni dei commenti ai tristi accadimenti collegati all’operato della curva Sud giallorossa durante una delle principali partite di cartello Roma-Napoli. “Che cosa triste...lucri sul funerale con libri e interviste!” e ancora “Dopo il libro il film”, e forse quello che fa tanto più male degli altri “Daniele con noi”, con un più che chiaro riferimento alla figura di Daniele De Santis, indagato per l’omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito.

Ma facciamo qualche passo indietro: Ciro Esposito, tifoso del Napoli, viene sparato a Roma il 3 maggio nei dintorni dello stadio prima della finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli in scena all’Olimpico. Dopo 50 giorni di agonia Ciro muore in ospedale non prima, però, di aver rivelato ai familiari e al suo avvocato l’identikit del presunto aggressore, Daniele De Santis, tifoso della Roma che viene così indagato per omicidio volontario.

La rabbia dei tifosi partenopei a caccia di una vendetta di fuoco viene placata più e più volte dalla madre di Ciro Esposito, Antonella Leardi che in più occasioni fa ràappello di non violenza per scongiurare una scia di sangue e scontri tra le opposte fazioni. Nei giorni e nei mesi successivi agli eventi Antonella Leardi ha più volte condiviso il messaggio di un calcio più sano e pulito portando la propria esperienza di madre ferita ma non disillusa nelle trasmissioni negli eventi di calcio e sport. Non ultima la presentazione del suo libro “Ciro Vive”, i cui proventi derivanti dalla vendita andranno all’associazione della Leardi attiva nelle diverse città e negli ospedali. E proprio contro questa iniziativa si sono scagliati i tifosi della Roma contestando alla madre di Ciro Esposito la volontà di lucrare sugli avvenimenti occorsi nella sua vita.

Dopo l’ondata di indignazione collettiva, con gli striscioni della tifoseria che sono rimbalzati anche sugli schermi della Cnn, è arrivata puntale la sanzione della giustizia sportiva che ha imposto all’As Roma di disputare la prossima partita di campionato in casa, in programma il 19 aprile contro l’Atalanta, con il settore Curva Sud chiuso agli spettatori.

Alla rabbia espressa dal Presidente James Pallotta per i “fottuti idioti” che da soli hanno consumato l’immagine della splendida tifoseria giallorossa, l’auspicio di tanti altri appassionati dell’As Roma è di riuscire ad isolare i colpevoli e di etichettarli come “sgraditi” revocando loro l’abbonamento o impedendogli l’acquisto del biglietto. Negli Usa ed in Inghilterra le società già operano in questo senso, l’augurio di tutti è che un Presidente americano sappia allinearsi alle più corrette (e rigide) condotte internazionali.




permalink | inviato da carta78 il 13/4/2015 alle 8:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        settembre