.
Annunci online

 
sportedintorni 
Tutto sul mondo dello sport: notizie, ultim'ora, informazioni utili
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

diario | tennis | ciclismo | canottaggio | calcio | rugby | atletica | varie |
 
tennis
1visite.

18 ottobre 2012

Quando tornerà Rafa Nadal?

L’ex numero uno del tennis mondiale Nadal, è fuori dallo scorso 28 giugno, quando è stato eliminato dal secondo turno di Wimbledon a causa di un infortunio al ginocchio, sconfitto dal numero 100 del mondo, il ceco Lukas Rosol.

In un’intervista concessa alla CNN Nadal afferma di volere una lunga carriera anche a costo della retrocessione del ranking internazionale di tennis. Attualmente è sceso al numero quattro, ma lentamente si sta riprendendo. “quando succedono questi infortuni, la cosa migliore da fare è stare a casa senza sforzarsi” prosegue nell’intervista. Il prossimo obiettivo del maiorchino è quello di competere alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016, soprattutto dopo il flop di questi giochi olimpici londinesi. Allo stesso modo il campione iberico ha sottolineato come il prossimo torneo del Grand Slam che gli piacerebbe giocare è quello in Australia, dove vuole “essere competitivo”.

Gli Australian Open inizieranno a Melbourne il 14 Gennaio e al vincitore andrà un montepremi da sogno: trenta milioni di dollari australiani, circa 24 milioni di euro, il 15% in più rispetto alla competizione precedente. Diventa il più ricco torneo dei quattro Slam. L’aumento del montepremi inciderà soprattutto sui premi versati ai tennisti eliminati al primo turno, una richiesta, questa, esplicitata più volte dai rappresentanti dei giocatori. Ancora prima dello Slam australiano, Rafa Nadal potrebbe partecipare al match previsto ad Abu Dhabi, che si tiene dal 27 al 29 dicembre, subito prima del torneo di Doha, il primo torneo che assegna punti validi per la classifica Atp.

In questi otto mesi di assenza, la mancanza di Nadal ha fatto male a tutti. A lui in primis, che gioca a tennis da quando aveva 8 anni, al suo entourage e al circuito ATP. Ma in fondo l’assenza ha fatto male anche agli avversari sul campo che, tra rivalità e timori, lo stimano da sempre.

sfoglia